Lallafly

Parto naturale dopo cesareo: è pericoloso?

A molte donne viene detto che dopo un cesareo i successivi parti dovranno essere tutti cesarei. Se avete mai sentito questa affermazione, sappiate che la più recente letteratura scientifica afferma che oltre il 70% delle donne con un precedente cesareo, può partorire un altro figlio con parto naturale dopo cesareo. [1]

Si dice VBAC che è l’acronimo inglese per Parto Vaginale dopo Cesareo (Vaginal Birth After Cesarean), cioè partorire “naturalmente” dopo cesareo. Un termine coniato negli anni ’70 da Nancy Wainer, allora una mamma pre-cesarizzata che non riusciva a pensare di dover avere un secondo cesareo. Dopo lunghe ricerche riuscì ad ottenere che la sua seconda figlia nascesse per via vaginale. Da lì divenne ostetrica lei stessa e scrisse Silent Knife il primo e più importante libro sul parto naturale dopo cesareo, purtroppo non ancora tradotto in italiano.

Il movimento che generò fu davvero molto potente tanto da far diventare la pratica del parto naturale dopo cesareo molto nota negli Stati Uniti, e da lì nel resto del mondo. Questo permise, nel tempo, di effettuare numerosi studi per valutare la sicurezza e i rischi di entrambe le pratiche: un cesareo dopo cesareo e un vaginale (naturale) dopo cesareo.

Ma non è pericoloso un parto naturale dopo cesareo?

Gli studi disponibili oggi sono stati analizzati da alcuni tra i principali organi scientifici del mondo, quelli che emanano le cosiddette “Linee guida” cioè i documenti scientifici che dovrebbero guidare l’operato dei professionisti sanitari. Le linee guida stabiliscono che l’opportunità di partorire per via vaginale dopo un cesareo vada sempre offerta alla donna.

Le linee guida sul taglio cesareo emesse dall’Istituto Superiore di Sanità Italiano il 30 gennaio 2012 evidenziano che sottoporre la donna a tagli cesarei ripetuti aumenta la possibilità di complicazioni e la mortalità materna e del neonato entro il primo anno di vita.

L’organo scientifico di riferimento statunitense, l’American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG), con una linea guida del 2010, afferma: la gran parte delle donne con un cesareo alle spalle, effettuato con incisione trasversale (quella comunemente in uso) sono candidate ad un VBAC (parto vaginale dopo cesareo) e deve essere loro offerta la possibilità di entrare in travaglio prima di decidere per un nuovo cesareo.

Le linee guida del Royal College of Obstetricians and Gynaecologists (RCOG) del Regno Unito, del 2007, affermano che la donna deve poter decidere tra parto vaginale dopo cesareo e ripetuto cesareo, e per farlo le vanno illustrati i rischi e i benefici di entrambe le pratiche. In particolare i rischi  legati al parto naturale dopo cesareo riguardano un massimo di complicazioni di 74 casi su 10.000, mentre il cesareo presenta il rischio massimo di c.a 300 casi su 10.000 di problemi respiratori per il feto.

In conclusione la risposta alla domanda: ma non è pericoloso un parto naturale dopo cesareo è: in molti casi è più sicuro di un parto cesareo ripetuto.

Ma allora perché i medici non propongono alle donne il parto naturale dopo cesareo?

Sintetizzerei 3 ragioni principali

  1. Troppi medici non conoscono le evidenze scientifiche, nè le linee guida italiane ed internazionali, nel nostro Paese è maturata la tendenza al cesareo facile, così l’Italia vanta il triste primato di nazione euopea con il più alto tasso di cesarei e il secondo primato mondiale dopo il Brasile, destando la preoccupazione della comunità scientifica dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
    Il numero di parti cesarei è passato dal 7% degli anni ‘80 ad oltre il 40% di oggi (in soli 30 anni).
  2. Ginecologi ed ostetriche non hanno pratica nell’assistere un parto vaginale dopo cesareo e ne sono spaventati, accade troppo spesso che il medico faccia terrorismo psicologico sulla donna e la sua famiglia con frasi completamente prive di basi scientifiche tipo: “se fosse mia moglie/se fossi io non lo farei mai”, “rischia di perdere utero e bambino”, “il cesareo è la modalità più sicura per nascere”.
  3. C’è il timore diffuso di ricorsi legali nel caso di complicazioni e, in Italia, il cesareo viene considerato con più favore a livello legale, nonostante, se effettuato inopportunamente, quadruplichi i rischi di mortalità materna e incrementi drammaticamente i rischi per il bambino.

 

vbac_banner

Come garantirsi un parto naturale dopo cesareo

Per prima cosa occorre creare dentro di sé le condizioni perché un parto naturale dopo cesareo sia la scelta più sicura e migliore per sé.

Il primo consiglio è dunque quello di rielaborare la tua esperienza di pregresso cesareo. Integrarla in te stessa. Puoi farlo facendoti seguire da un professionista che ti aiuti a fare questo percorso di rielaborazione o scegliere degli strumenti che puoi utilizzare in autonomia.
Dopo anni di sostegno e informazione a decine di donne in cerca del loro parto naturale dopo cesareo è stata proprio la spinta ad aiutarne quante più possibile che ci ha mosso a creare il primo per-corso di Lallafly, quello sulla rielaborazione della ferita emotiva del cesareo, che è una delle possibili vie a tua disposizione.

La seconda cosa da fare è costruire il proprio percorso verso il parto naturale dopo cesareo attraverso una serie di “mattoncini”: dal costruirti una solida motivazione, a scegliere il team giusto da avere intorno, al sapere come gestire i tuoi cari, i tuoi amici e tutti quelli che ti sembra che remino contro o che semineranno timore dentro di te, ascoltare e leggere esperienze di chi ce l’ha fatta, costruirti una solidità interiore perché tu possa attraversare il parto, qualunque sia il suo esito, con serenità e pronta per essere al meglio con te stessa.

Ricorda che la prima cosa che dovrebbe dirti il professionista a cui chiedi un Vparto naturale dopo cesareo è che, per la scienza, hai il 76% di probabilità di riuscirci… non è male, è più alto della percentuale che una donna incinta ha di sperare in un parto vaginale in Italia!

Risorse a tua disposizione

Negli anni che abbiamo passato al fianco delle mamme per sostenerle nella ricerca di informazioni, sicurezza, figure di riferimento per cercare il loro parto naturale dopo cesareo abbiamo maturato una grande esperienza e abbiamo deciso di renderla disponibile perché fosse semplice per le donne accedere alle informazioni e alle tecniche chiave. Così abbiamo strutturato il primo percorso on-line dedicato a questo tema: Parto naturale dopo cesareo (VBAC), una scelta possibile

Le altre risorse che puoi utilizzare sono:

  • Le Linee Guida sul cesareo: ci sono quelle dell’Istituto Superiore di Sanità, in Italiano, e quelle quelle inglesi ed americane, se la lingua non è una barriera per voi.
  • I libri che sono stati scritti sul tema:
    Dopo un cesareo di Ivana Arena (ed Bonomi), potete contattare Ivana Arena (che vive a roma) via Facebook o sul suo sito: nascita-non disturbare
    Il parto cesareo di Ibone Olza e E. Martinez (ed. Il leone verde)
    Silent Knife di Nancy Cohen disponibile solo in inglese

Parto naturale dopo più cesarei

Mentre un parto naturale dopo 2 cesarei è contemplato dalle linee guida internazionali, sul parto naturale dopo più di 2 cesarei non ci sono revisioni scientifiche (studi) tali da consentire di fare delle raccomandazioni.

Tuttavia sono molte le donne che conosciamo personalmente, che hanno affrontato con successo un parto naturale dopo cesareo dopo 3 e anche dopo 4 cesarei. E’ un percorso che va costruito piano piano, stringendo un rapporto di fiducia con un professionista serio che abbia dimestichezza con i parto naturali dopo cesareo, in strutture dove il parto naturale dopo cesareo è una pratica “normale” e avendo maturato una grande determinazione, una coscienza piena del rischio potenziale a cui si va incontro, che potrebbe essere anche un rischio fatale, sia pure se rarissimo (ricordiamo che qualsiasi parto ha un rischio di mortalità che si aggira intorno a 2-3 su 100.000 nascite).

profile_new_02Di Barbara Siliquini
Co-fondatrice e CEO di Lallafly.com

I nostri per-corsi dedicati alle donne che hanno partorito con cesareo

ciaocesareovbacfocus_vbac_minifocus_cesareo_mini

 

[1] Marchiano D, Elkousy M et al. Diet-controlled gestational diabetes mellitus does not influence the success rates for vaginal birth after cesarean delivery. Am J Obstet Gynecol 2004;190(3):790-6 (ISS Linee Guida – Taglio cesareo: una scelta appropriata e consapevole)

0 Giudizi su Parto naturale dopo cesareo: è pericoloso?"

Lascia un Messaggio

Seguici

Rimani connesso con le nostre pagine social per conoscere tutte le news riguardanti Lallafly

Su
©2016 Lallafly S.r.l. Via F.lli Rosselli 6 - 20900 Trezzano (MI) P.IVA IT09241630962 - C.F. 09241630962 - N. REA 2078609 - Privacy