La bambola Steineriana e le sue caratteristiche

Un gioco per bambini molto positivo per la crescita sono le bambole steineriane o bambole Waldorf

Di giochi per bambini ce ne sono davvero in grandi quantità, fin da quando sono neonati. Sia come genitori che come educatori, prestare attenzione alla qualità dei giochi con cui entrano in contatto i nostri figli è un elemento fondamentale per la nostra relazione con loro nonché per il loro sviluppo armonico. Il gioco è ciò che favorisce lo sviluppo e l’immaginazione e come tale va scelto con cura.

Le bambole steineriane, dette anche bambole Waldorf, sono un ottimo gioco da proporre a nostro figlio. Esse fanno riferimento alla filosofia di Rudolf Steiner.
Queste bambole sono un utile strumento per facilitare l’immaginazione nonché il dialogo con se stesso da parte del bambino.

Di per sé la bambola rappresenta l’immagine dell’uomo.

La bambola steineriana è un gioco per bambini e bambine fatto a mano, essa presenta queste caratteristiche:

  • armoniosa
  • non definita
  • morbida e calda
  • piena di luce
  • evolve con il bambino

Armoniosa:
nel creare una bambola steineriana, potreste farlo anche da soli, c’è da fare particolare attenzione alle proporzioni. Siamo abituati a vedere in commercio bambole davvero sproporzionate. Si pensi a quelle con la testa enorme e il corpo piccolo e stretto, oppure altre che hanno occhi giganti e labbra piccole, altre ancora che hanno il corpo di un’adolescente con un volto da bambina, altre che camminano su tacchi a spillo quasi senza neanche avere la muscolatura delle gambe.
Essendo la bambola una rappresentazione dell’immagine dell’uomo, deve rispettarne le forme armoniose, così che i bambini, giocandoci, possano avere tra le mani un oggetto che li rispecchi anche nel loro sviluppo e nella loro crescita armonica.

Non definita:
il volto della bambola steineriana è fatta apposta con dei tratti accennati.
Con tre piccoli pallini è possibile creare i due occhi e la bocca.
Questo ha un motivo ben preciso: il bambino può portare del suo e vedere nel volto della bambola ciò che lo rispecchia in quel momento. Il volto della bambola, con questi tratti così poco definiti, si può trasformare e apportare al bambino la tonalità emotiva di cui lui ha bisogno o che sta provando. Un concetto molto diverso da quelle bambole sempre sorridenti. Il bambino non è sempre e costantemente sorridente; ha momenti di serietà e anche momenti di stupore o tristezza o di rabbia o altre tonalità emotive.

Morbida e calda:
la scelta dei materiali per realizzare una bambola steineriana fa parte del processo di creazione.
Di solito si usano fiocchi di lana per l’imbottitura. Questo permette che il gioco nelle mani del bambino divenga vivente. Quando fa freddo, il tenersi vicino la bambola dà una sensazione di calore. Non solo, la sua consistenza è morbida e tonica. A differenza dei bambolotti in plastica che, al tatto, danno una sensazione di durezza, questa bambola, proprio per come è fatta e concepita, contiene in sé le caratteristiche materne.

Piena di luce:
durante la realizzazione della bambola, c’è da portare attenzione anche al colore dei materiali.
Ogni bimbo ha in sé molta luce e la bambola ha da rappresentare anche questo.
Per esempio, una lana troppo scura o color cenere ha una vibrazione diversa da un biondo o rosso o castano caldo e luminoso.
Quando ho realizzato la bambola, le lane selezionate dalle maestre, avevano tutte questa caratteristica. E se qualche mamma portava una lana da casa ma era troppo spenta o dura, la richiesta era di cambiare matassa proprio per dare maggior lucentezza.

Evolve con il bambino:
A seconda dell’età del bambino, c’è un tipo di bambola più indicato rispetto ad un’altra.
Più il bimbo è piccolo e più la bambola ha corpo e volto abbozzato.
Andando avanti, arrivano le bambole sacchetto, che hanno le mani visibili, ma ancora non le gambe.
Infine arrivano le bambole del tutto formate con braccia e gambe. Un po’ come un bimbo che prima conosce molto con la bocca, poi con le mani e che poi, conosce anche con le proprie gambe e piedi iniziando a camminare.

Ogni bambola è fatta interamente a mano con materiali naturali e ogni bambola è quindi un pezzo unico, proprio come il bambino che ne sarà custode.

Nel prossimo articolo ti parlerò di come realizzare una bambola waldorf, o quanto costa acquistarla, e come consegnarla al bambino che la riceve.

 

[sc name=”firma Simona” ]

 

 

[sc name=”banner cesareo” ]

0 responses on "La bambola Steineriana e le sue caratteristiche"

Leave a Message

top
©2016 Lallafly S.r.l. Via F.lli Rosselli 6 - 20900 Trezzano (MI) P.IVA IT09241630962 - C.F. 09241630962 - N. REA 2078609 IN LIQUIDAZIONE - Privacy - Condizioni di vendita